Il Ru Herbal, lungo circa 12 km e con una portata di acqua di 875 lt/sec, è il canale di irrigazione più importante della media e bassa valle d’Ayas.Il canale, nel primo tratto, corre parallelo al Ru d’Arlaz per poi deviare verso Challand-Saint-Victor e portare l’acqua sino alle colline di Verrès.

Della sua esistenza si hanno prime frammentarie notizie in un documento datato 1392, nel quale il Conte di Challant donava al Convento di Saint Gilles parte dell’acqua derivata proprio dal Ru. Da sempre l’utilizzo dell’acqua, bene prezioso per la sopravvivenza della comunità, è stata motivo di dissidi e contrasti fra i villaggi della zona: i comuni di Brusson e Challand-Saint-Anselme, posizionati a monte, avevano maggiore facilità di accesso all’acqua e potevano usufruire anche dell’apporto idrico del Ru d’Arlaz, mentre il villaggio di Challand-Saint-Victor, posto più a valle, dipendeva esclusivamente dall’approvvigionamento del Ru Herbal, che talvolta scarseggiava per portata d’acqua. 

Il 27 marzo 1637 venne siglato uno storico accordo fra i rappresentanti delle comunità, per un concorde utilizzo regolamentato delle acque: ogni comunità avrebbe usufruito a settimane alterne delle acque del canale, ad eccezione della giornata di lunedì, giorno riservato, da sempre, in via esclusiva al Conte di Challand, signore di queste terre. La Porte di Saint Marc e Challand-Saint-Anselme delimitava le zone di pertinenza per le corvées, ovvero i lavori di manutenzione ad uso gratuito a cui erano tenuti di Comuni interessati. 

Questo documento, anche se non riuscì a mettere fine del tutto alle dispute fra i villaggi, portò una certa armonia nella valle e per certi versi si può dire valido ancora oggi.